Assistenza Sanitaria USA

L’Assistenza sanitaria negli Stati Uniti: il sistema per residenti e turisti

Gli Stati Uniti possiedono un ottimo sistema sanitario dal punto di vista delle strutture e del personale. I migliori ospedali ed i medici più preparati in molti ambiti della medicina moderna si trovano proprio negli USA.
Il tutto ha una grande (e nota) pecca: è un sistema quasi esclusivamente privato nella sua totalità e i costi per l’assistenza medico-sanitaria sono a dir poco spropositati. Basti pensare che una delle più frequenti cause di bancarotta tra coloro che vivono negli states è proprio dovuta al sorgere di una malattia non coperta dall’assistenza.

Premesso che la nostra assicurazione è rivolta a coloro che si recano per un periodo limitato negli USA (vacanza, lavoro, studio), con poche decine di euro potrete viaggiare in totale sicurezza grazie ad un massimale ottimo (da 1 milione di €) con la tranquillità che se effettuate le procedure di segnalazione del sinistro telefonando alla centrale operativa in lingua italiana attiva 24h/24, non c’è il rimborso delle spese mediche ma l’anticipo; caratteristiche tutte davvero fondamentali.
Per accorgersene basta fare un preventivo in pochi click!

Si perchè partire per gli Stati Uniti sprovvisti di una copertura medica significa correre un grande ed inutile rischio. Facendo tutti gli scongiuri del caso, anche se noi di Columbus myusa.it non crediamo nella fortuna o nella sfortuna, anche un banale check up può costare centinaia de non migliai di dollari! Un polso rotto: anche più di 7.000 dollari! Credete ancora che valga la pena rischiare, anche alla luce dei nostri bassissimi premi?

Differente purtroppo è la situazione per coloro che vivono negli States. Esistono due soli programmi di assistenza pubblici: Medicare e Medicaid che sono rivolti ad anziani o a fasce svantaggiate della popolazione. Per il resto è tutto totalmente privatizzato ed i cittadini sono costretti, se se lo possono permettere, di acquistare una polizza medica. Il problema è che queste assicurazioni, soprattutto con massimali di copertura elevati hanno costi estremamente elevati e non tutti possono stipularle. Si calcola che ad oggi, ben 50 milioni di americani sono sprovvisti di assicurazione medica. Una cifra spropositata ed allarmante.

La discussa riforma di Obama, firmata con non poca fatica il 25 marzo 2010, promette di ridurre, almeno parzialmente, le problemtiche del sistema preveidenziale sanitario. Tra le principali conseguenze della riforma troviamo:

  • incentivi per la stipula delle polizze
  • sanzioni per coloro che non si assicurano
  • obbligo per le imprese con più di 50 dipendenti di fornire agli stessi un contributo per la stipula dellapolizza
  • divieto per le compagnie di rifiutare la stipula della polizza in presenza di determinate malattie