I quattro parchi della California sono senz’altro tra le destinazioni prioritarie di chi desidera visitare quest’area degli Stati Uniti. Meta imperdibile per chi ama l’avventura e i bei paesaggi. I parchi coprono una superficie di ben 5 milioni di acri, tra parchi nazionali e parchi statali, e consentono ai turisti di campeggiare, fare escursioni, nuotare e (se consentito) andare in bicicletta.

Il Joshua Tree National Park, situato nella zona sud-est della California, è un parco nazionale popolato da rocce e agavi Yucca (in inglese, Joshua tree, da cui il nome del sito). Il parco comprende alcune aree di due deserti, con due ecosistemi differenti, il deserto del Mojave e quello del Colorado.

joshua tree parcoJoshua Tree National Park

Il parco nazionale Death Valley o Valle della Morte (fotoin alto) offre ben altri scenari: distese di laghi prosciugati, montagne dai colori cangianti, dune e colline dall’aspetto lunare. È uno dei parchi più noti degli Stati Uniti poiché, proprio qui, si trova il punto più basso del Nord America. Qui, i punti di interesse turistici sono molteplici: miniere abbandonate, fossili, incisioni rupestri e persino città fantasma.

Il parco nazionale Yosemite sorge sulla catena montuosa della Sierra Nevada ed è particolarmente famoso per le sue cascate, le conformazioni granitiche e la natura incontaminata. Basti pensare che alcune aree dei 1200 ettari del parco sono tuttora inesplorate. Il periodo migliorare per visitare il parco, uno dei più frequentati degli Stati Uniti, è senz’altro giugno, quando il profumo dei fiori selvatici allieta lo spirito.

 yosemite parcoYosemite Nationa Park

Infine, il parco nazionale Sequoia, primo della California e secondo più antico degli Stati Uniti, si estende a sud dello Yosemite e confina con un altro dei parchi californiani, il Kings Canyon National Park. È noto per le sue gigantesche sequoie (tra cui il noto Generale Sherman, il più grande albero vivente sulla Terra), anche se il paesaggio è piuttosto vario e alterna boschi e prati a zone brulle. Al centro del parco, per esempio, è situato uno spuntone di roccia alto ben 75 metri, denominato Moro Rock. Il periodo a cavallo tra primavera ed estate è il momento migliore per visitarlo, per via dei profumi e dei colori dei fiori selvatici e della fauna.

sequoia parcoSequoia National Park

[divider scroll_text=”crediti”]

howardignatius, sandy.redding, Marc Briggshowardignatius via photopin cc

About the Author
avatar


Adoro gli Stati Uniti, ma soprattutto amo viaggiare negli Stati Uniti. La mia prima volta è stata in Arizona, Utah e California, un "on the road indimenticabile" che ha per sempre cambiato il mio modo di concepire l'idea di viaggio. Da quel giorno gli States sono una delle mie più grandi passioni, nel 2009, insieme ad altri mie amici compagni di viaggio, ho fondato myusa.it, con lo scopo di fornire risorse di viaggio utili a tutti coloro che decidono di partire negli USA.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *